Windows 8.1 Update, come avere di nuovo le funzioni di Windows XP/7 su Windows 8

Ieri, 8 aprile 2014, è stato un giorno speciale:

  • Si è chiuso il supporto per Windows XP
  • E’ stato rilasciato l’aggiornamento di Windows 8.1 che riporta i comandi al mouse! (KB2919355)

L’aggiornamento del nuovo Windows 8.1 è OBBLIGATORIO, quindi verrà passato praticamente da solo nei nuovi PC, ma per chi ha MOLTI PC da aggiornare, la procedura può essere più semplice e rapida.

Cosa porta Windows 8.1 Update? Riporta il controllo al mouse, al desktop.

  1. chiusura_con_xC’è di nuovo la X sulle APP, in pratica quando si vedono le APP come quella delle MAPPE o MAIL, andando in alto con la freccia del mouse, ci apparirà la possibilità di ridurre a icona o la X per chiudere l’APP.
  2. Si potranno agganciare le APP alla barra del vecchio START in maniera desktop
  3. Come anche in Windows 8.1 si potrà by-passare la schermata START e andare direttamente nella schermata DESKTOP in fase di accensione.
  4. Quando si installano delle NUOVE APP, ora il sistema mette una notifica che ti indica “Ehi! Hai installato 2 nuove APP e le trovi qua in basso!”, questo perché da Windows 8.1 le NUOVE APP non vengono più aggiunte alla schermata START, ma vanno nella pagina con TUTTE LE APP…
  5. Ora cliccando con il tasto destro nei LIVE TILE della pagina START apparirà il vecchio MENU’ come succede per le icone del DESKTOP.

Microsoft cerca sempre di più di “accontentare” gli utenti più affezionati al vecchio sistema e ora Windows 8 è un po’ più Windows 7!

Aggiornare Windows 8.1 update è molto più facile e pratico del pprecedente passaggio da Windows 8 a Windows 8.1.

Mentre il precedente passaggio era da effettuarsi dallo STORE di Windows 8, questo nuovo aggiornamento (il primo, chiamiamolo Service Pack per Windows 8.1 e il secondo grande aggiornamento per il sistema operativo Windows 8), il nuovo aggiornamento va fatto tramite Windows Update, oppure attraverso la procedura manuale che permette di far scaricare il file dell’aggiormanento KB2919355 in maniera OFFLINE e poi, tramite penna USB, tramite HDD, tramite rete, o in qualsiasi altro modo, trasferirlo a più PC.

Per maggiori informazioni e tutte le novità incluse vai al link riportato in fondo alla pagina.

 

Per scaricare gli aggiornamenti usa i link riportati di seguito:

 

Versione 32 bit

http://www.microsoft.com/it-it/download/details.aspx?id=42327

 

Versione 64 bit

http://www.microsoft.com/it-it/download/details.aspx?id=42334

PS: LO STESSO AGGIORNAMENTO è anche per Windows Server 2012 R2!

 

Tutte le info su Windows 8.1 UPDATE

http://windows.microsoft.com/it-it/windows-8/whats-new

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Windows XP rimarrà aggiornato per altri 3 ANNI! #ciaoXP

Dato il grande rifiuto del pubblico, windows xpdato che a 8 giorni dalla fine del supporto il 30% dei PC usa ancora Windows XP, dato che i produttori di stampanti e dispositivi generici non vogliono investire nei nuovi sistemi operativi e nelle certificazioni necessarie per far funzionare PlugAndPlay i nuovi driver su Windows 8, la Microsoft ha annunciato pubblicamente con un comunicato (linkato in fondo alla pagina) e relativa campagna Social con l’hashtag #ciaoXP (diffusa su Twitter e Facebook), che il supporto per Windows XP verrà ESTESO per altri 3 ANNI!

Altro tassello fondamentale per la scelta effettuata da Microsoft, a circa 1 settimana dalla chiusura definitiva,  è stata data dalle catene di Sant’Antonio partite dalla pubblica amministrazione, dagli ospedali, dalle scuole e da tutti quei gruppi che, essendo in possesso di un numero elevato di PC con un sistema operativo ancora perfettamente funzionante, non capivano il motivo del passaggio ad un sistema più “complesso”, costoso, e … con un numero nel nome… non seguono bene il passaggio… perché dovrei passare ad un sistema con un numero (come 7 o 8) quando ho un sistema XP (molti di questi hanno un XP PRO e sono quindi dotati di una maggiore eXPerience PROfessional).

Chiare anche le risposte dei Parner: Norton, Kaspersky, Avira, AVG, Avast, Virit, hanno già tutti diramato il loro comunicato che non lascia dubbi: continueremo a SUPPORTARE XP, il sistema più amato dagli Italiani.

La Microsoft, però, rimane ferma su un punto: non verrà esteso il supporto per le vecchie versioni di Office, tutti coloro che hanno Office 2003 o precedenti sono invitati  a passare al nuovo Office 2013/Office 365, quindi si attende a giorni la conferma del funzionamento di queste versioni di Office in Windows XP.

Un ringraziamento per il successo non può dimenticare le innumerevoli campagne di SOLIDARIETA’ verso il vecchio (solo 13 anni, brevettato nel 2001 e commercializzato dal 2002…) Windows XP che nelle piattaforme come change.org ha raggiunto risultati ragguardevoli.

La notizia arriva subito dopo l’affermazione di Satya Nadella che con il suo tweet comunica la disponibilità di Office 365 per iPAD, insomma, una serie di giornate INTENSE per la Microsoft!

Dubbi? Chiedici con i commenti quello che ne pensi di questo supporto!

Link alla campagna #ciaoXP

Un sorriso per la gioia di tutti i “nostalgici” amanti di XP ;-) … e buon

1 aprile 2014

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Il diritto d’autore è ora una pratica OnLine, ma è già poco COMPILANT

w3c_errorSembra quasi il titolo di un pesce d’aprile, ma il fatto che il sito web della TUTELA DEL DIRITTO D’AUTORE, lanciato oggi 31 marzo 2014, riporti il logo del CSS W3C (il sito web che si occupa di validare gli standard riguardanti la corretta GRAMMATICA e SINTASSI dei codici web) e poi sia in realtà NON VALIDO… lascia un po’ di amaro.

Da oggi, se apri, se scrivi o se posti un sito web e il contenuto viene ritenuto: furto, lede il diritto d’autore, ha una foto presa da un altro sito web, riporta dei contenuti riguardanti cinema, TV o musica, infrange in maniera diretta o indiretta dei DIRITTI protetti da copyright… beh, il sito web potrà essere immediatamente (senza passare per il VIA) oscurato.

In pratica, precedentemente, prima il giudice doveva emanare la condanna di chiusura, ora è l’agenzia che controlla il diritto d’autore ad avere una sola voce in capitolo.

Si, ora le pratiche saranno più veloci e meno burocratiche per chiedere il rispetto del proprio diritto d’autore, ma, allo stesso modo c’è da dire che: si, ora si potranno chiudere siti web, come successo a VK.COM, estranei in maniera diretta a problemi di copyright (in quanto è stato un utente a fare un upload), e a subire le conseguenze della chiusura forzata per una specie di ANTIPATIA.

Quanti video che violano il diritto d’autore contiene Youtube? Come fa ad essere ancora aperto?

Qui il video dello spot commerciale di AGCOM

https://www.youtube.com/watch?v=DeblW6o0Eso

Secondo voi è censura o protezione del diritto d’autore?

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

GPedit per Windows 7 Starter e Home Premium e il controllo dell’accesso alle cartelle

gpedit_mscVi è capitato di dover cambiare le policy di default in Windows 7? Nella versione PROFESSIONAL c’è l’utility originale, nella versione STARTER (quella dei netbook), nella versione HOME BASIC (non distribuita in Italia ma solo nei mercati emergenti) e nella versione HOME PREMIUM (la maggior parte dei computer casalinghi) non esiste questa utility, non è pensato per fare queste modifiche (da parte di Microsoft).
Per aggirare questo problema potete installare questo programma gratuito:
add_gpedit_msc_by_jwils876-d3kh6vm

Questa utility ci permetterà poi di andare a controllare alcune informazioni sul sistema, più specificatamente ci permette di IMPOSTARE le REGOLE DI GRUPPO, le regole di sicurezza del sistema e ciò che gli utenti possono fare e non possono fare.

Qui c’è la spiegazione inglese, passo passo, per impostare l’AUDIT sulle DIRECTORY del PC

I suggest you enable Audit on your computer.

To do it:

1. Click Start, enter GPedit.msc in the Start Search box.
2. Open the following branch.

Computer Configuration\Windows Settings\Security Settings\Local Policies\Audit Security

3. Enable the following policy:

Audit object access

4. Open Windows Explorer, open the folder C:\Windows.
5. Right click the folder SysWOW64, choose Properties->Security. Click the Advanced button.
6. Click the Auditing tab. Click Continue.
7. Click Add. Then click Advanced.
8. Click the button Find Now.
9. Wait for the process finishes. Then from the users list add the following users.

BATCH
CREATOR OWNER
Everyone
Guests
LOCAL SERVICE
NETWORK
NETWORK SERVICE
SERVICE
SYSTEM

10. After selecting each user, choose Full Control.

If you would like to check which application was trying to open this folder, please open Event Viewer, check the Windows Logs\Security Log for detail information.

Source Link : http://social.technet.microsoft.com/Forums/en-IE/w7itprogeneral/thread/4353964e-d249-45ad-b47f-ae4bd30f43a1

Original download URL for FREE to distribute utility
http://drudger.deviantart.com/art/Add-GPEDIT-msc-215792914

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Come installare PEAR MAIL: open_basedir e un odissea che si risolve con 4 comandi su Plesk 11 e server Aruba

Premettiamo che PEAR MAIL è la piattaforma che ho scelto io per inviare email da PHP con un’autenticazione reale che evita la maggior parte di segnalazioni come SPAM.

pearPassiamo poi al problema principale
Come configurare correttamente il server per dare accesso ai servizi senza il blocco causato dai criteri di protezione di open_basedir.
Un’avvertimento a coloro che usano Aruba, i VPS e i server virtuali:

NON TOCCARE PHP.INI ne .HTACCESS

Aprendo il terminale da SSH lanciare


# yum install php-pear* 

# pear install Mail

# pear install Net_SMTP

Aprire il pannello Plesk 11
Entrare nella gestione del dominio come Power User
Cliccare su Siti web & domini
Cliccare sul nome del dominio (in basso)

Passare dalla scheda GENERALE a IMPOSTAZIONI PHP

andare alla voce
include_path
ad inserire


/usr/share/pear/:{DOCROOT}/:/tmp/

andare alla voce
open_basedir
ad inserire


/usr/share/pear/:{DOCROOT}/:/tmp/

cliccare su OK, dovremmo aver finito.

Se non funziona lascia pure un messaggio di seguito indicando eventuali errori e configurazioni hardware & software.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Errore Warning: strtotime(): It is not safe to rely on the system’s timezone settings.

Dopo aver aggiornato PHP ti ritrovi sul sito questi errori?

Warning: strtotime(): It is not safe to rely on the system’s timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function.

La soluzione è semplice occorre definire prima della richiesta di DATE() il nostro fuso orario: per l’italia e l’europa centrale, per esempio si può impostare così:


date_default_timezone_set('Europe/Berlin');

Attenzione alle “virgolette” a volte con copia/incolla non viene bene.
Quindi basta aggiungere quella riga prima dell’esecuzione della richiesta DATE() e il problema si risolve. Basta un’input per pagina/script. Altrimenti si potrebbe anche impostare in PHP.INI se l’uso della funzione è richiesta su quasi tutte le pagine:


[Date]
; Defines the default timezone used by the date functions
; http://php.net/date.timezone
date.timezone = Europe/Berlin

Dopo aver modificato il vostro PHP.INI c’è da riavviare il servizio APACHE

A voi la scelta.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Aiuto, perché il sito di streaming dei film non funziona più? E’ un virus?

megaupload_megavideo_closed_chiusoSe provi ad aprire FILMXTUTTI ITALIAFILMS FILMSENZALIMITI FILMITALIA CASA-CINEMA… tutti i siti web di streaming preferiti succede che appare un avviso: SITO WEB CHIUSO, SITO WEB OSCURATO, SITO WEB ILLEGALE… è normale.
Con una MAXI RETATA DEL WEB sono stati chiusi, o sono in procinto di chiusura, 46 portali web.

“Per quanto riguarda i siti con hosting italiano – spiega l’avvocato al Corriere delle Comunicazioni – questi sono stato oscurati a seguito della richiesta da parte dell’autorità giudiziaria. Per quanto riguarda invece quelli all’estero, la magistratura chiede ai provider italiani di impedire l’accesso a quei portali”.

Di seguito potete leggere la lista dei siti web chiusi tratta dal sito Corriere delle Comunicazioni

Elenco ufficiale siti web chiusi

Questo è il messaggio TIPO che viene visualizzato:

gdf_arezzo_streaming_film

Quale può essere un alternativa? Usare le piattaforme TV online, gratuite o a pagamento, ma legali.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Errore warning: date() in riferimento a date_default_timezone_set() in PHP

Dopo aver aggiornato PHP ti ritrovi sul sito questi errori?

warning: date(): It is not safe to rely on the system’s timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function.

La soluzione è semplice occorre definire prima della richiesta di DATE() il nostro fuso orario: per l’italia e l’europa centrale, per esempio si può impostare così:


date_default_timezone_set('Europe/Berlin');

Quindi basta aggiungere quella riga prima dell’esecuzione della richiesta DATE() e il problema si risolve. Basta un’input per pagina/script. Altrimenti si potrebbe anche impostare in PHP.INI se l’uso della funzione è richiesta su quasi tutte le pagine:


[Date]
; Defines the default timezone used by the date functions
; http://php.net/date.timezone
date.timezone = Europe/Berlin

Dopo aver modificato il vostro PHP.INI c’è da riavviare il servizio APACHE

A voi la scelta.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

errore durante un’importazione, ERROR 1153 (08S01)

In caso di errore tipo:

ERROR 1153 (08S01) at line XXX: Got a packet bigger than ‘max_allowed_packet’ bytes

ci sono due procedure possibili, ma a me la prima non è andata a buon fine.

1° procedura:

da terminale SSH o direttamente in locale lanciare il comando:

# mysql --max_allowed_packet=100M -u root -p[password] database < dump.sql

attenzione nei server Plesk di Aruba l’utente amministrativo di MySQL è impostato come admin quindi il comando giusto è:

# mysql --max_allowed_packet=100M -u admin -p[password] database < dump.sql

2° procedura:

entrare nella console MySQL (da locale o da SSH) con il comando:

# mysql -u admin -p[password]

lanciare i due comandi:

# set global net_buffer_length=1000000; 
# set global max_allowed_packet=1000000000;

e a questo punto effettuare l’importazione del DB troppo grande.

# mysql -u root -p[password] database < dump.sql

oppure

# mysql -u admin -p[password] database < dump.sql

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments