****We ship to worldwide except Italy**** e così ebay rifiuta l’Italia

****We ship to worldwide except Italy ****

Povera Italia dico io.
Ecco a che punto siamo arrivati: molti venditori (su ebay) spediscono in tutto il mondo, probabilmente anche in Afghanistan o in Iraq, ma non in Italia, in questa nazione colma di due cose:
furboni e burocrazia

Non si spedisce in Italia perché molti acquirenti denunciano di non ricevere la merce e dato che quasi tutti i venditori spediscono SENZA TRACKING NUMBER (cosa probabilmente sbagliata, ma atta a ridurre il costo delle spese di spedizione, altrimenti proibitive) non possono opporsi a queste affermazioni.
Altra grande pecca è rappresentata dalla burocrazia e dai rallentamenti postali che, in Italia, raggiungono due record (o quasi!)
– i costi più alti
– i tempi di attesa più lunghi
Se poi si associano i già traumatici tempi di attesa delle più comuni missive alle nuove regolamentazioni contro l’importazione di beni vietati e le recenti normative anti terrorismo il risultato pratico è che le lettere e i pacchi possono impiegare FINO A 4-5 MESI per raggiungere i destinatari, che dopo il tempo di attesa di circa un mese danno il pacco per disperso.

La situazione cambia quando le spedizioni sono curate da corrieri privati (e non dalle poste statali).
Lo sdoganamento di solito viene effettuato in MASSIMO 3 giorni lavorativi e la consegna in 1 settimana – 10 giorni viene portata a termine (dal momento della spedizione).

Perché? Perché le poste si sono talmente adagiate? E’ tutta colpa delle poste? E’ solo colpa degli impiegati che, raggiunto il posto fisso non riescono più a girare per gli uffici in quanto si sono ben incollati a quelle sedie? O è colpa delle regole che “devono” applicare per lasciare quasi i pacchi in quarantena….

So che abbiamo toccato, probabilmente, il nosto massimo tenore di vita o ora si torna indietro, piano piano stiamo regredendo e ciò che alcuni luoghi comuni dicono “Si stava meglio quando si stava peggio” sta diventando REALTA’.

Tornando alle poste: per quale motivo è stata abolita la posta tradizionale e ora si usa solo la POSTA PRIORITARIA? Non lo sapete? Allora chiedetevi PERCHE’ E’ STATA CREATA LA POSTA PRIORITARIA.
Quale motivo spinge un azienda ad affiancare ad un prodotto USATO DA TUTTI (con poca soddisfazione perché giò costoso e lento), un prodotto che COSTA IL DOPPIO e HA LE CARATTERISTICHE, IN TEORIA, PROPRIE DEL PRODOTTO BASE?
Secondo me per mettersi in ridicolo e basta: se la tecnologia e i mezzi a disposizione delle poste italiane erano già pronti per evadere una lettera e consegnarla il giorno successivo, perché impiegavano circa 5-15 giorni?
Il peso era lo stesso, la dimensione era identica, la buca delle lettere usata è rimasta invariata, il modo di scrivere l’indirizzo non è stato alterato: è cambiato “SOLO” il prezzo. Con l’arrivo della POSTA PRIORITARIA spedire una lettera o una cartolina COSTAVA IL DOPPIO.
A qualche anno dal LANCIO del “NUOVO” servizio (era nuova solo la tecnologia del francobollo, ERA AUTOADESIVO e COMPOSTO DI DUE PARTI!) il “vecchio” e malandato metodo è stato ABBANDONATO, ora il costo del servizio BASE è IL DOPPIO di quello di qualche anno prima. I tempi di consegna? NON SONO SEMPRE QUELLI PROMESSI.

In definitiva siamo tornati ad avere un servizio postale “STANDARD” al prezzo raddoppiato.

Ci credo che poi i venditori non si fidano a spedire in Italia…

Commentate pure.

Alcuni vecchi commenti del post precedente:

Anonimo ha detto…

Si, probabilmente lo e

02:13

Anonimo ha detto…

leggere l’intero blog, pretty good

22:04

Anonimo ha detto…

una bella riflessione purtroppo 🙁

ps: son capitato sul blog perche’ cercavo il motivo perche’ alcuni commercianti di ebay non spediscono in italia..

00:24

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *