post

registrare il Cloud di posta elettronica gratuito per il dominio, alternative a Google Apps Free

L’alternativa a Google è Microsoft… si, si alternano, prima Microsoft non aveva nulla e Google aveva il cloud gratis, ora Microsoft regala il cloud personalizzato.alternative a google apps

Mentre Google decide di chiudere il servizio FREE (Google Apps Gratuito è stato chiuso dopo il 6 dicembre 2012)

Microsoft si BUTTA nel cloud, con un leggero ritardo, ma con un grande servizio:

DOMAINS for Outlook LIVE disponibile gratuitamente per gruppi fino a 50 utenti e per LA REGISTRAZIONE PUBBLICA. Si, potete rendere disponibile il vostro dominio a tutti coloro che desiderano registrarsi con il servizio LIVE sul vostro sito. Questo significa che se avete il dominio www.pincopallino.it, i visitatori del vostro sito potranno registrarsi in maniera AUTONOMA un email tipo paolo@pincopallino.it o rossi@pincopallino.it e il tutto è rilasciato grautitamente.

Il servizio è disponibile dal sito:

http://domains.live.com/

Cosa vi permette di avere questo servizio?

  • Una casella email “protetta”
  • Un buon servizio antispam e un servizio antivirus automatico sulla posta
  • Una GRANDE compatibilità con i dispositivi nuovi e vecchi, in quanto usa la tecnologia che microsoft utilizzava già su server Exchange e sui servizi Hotmail.
  • Una velocissima attivazione
  • Un controllo automatico dei tuoi dati da parte degli impiegati Microsoft, che nelle note del servizio spiegano come anche se non sono obbligati, possono supervisionare nei contenuti per assicurarsi che siano rispettati i termini e le condizioni del servizio… la privacy all’americana.

 

Facendo comunque due riflessioni possiamo dire che con questa mossa Google perderà tutti i potenziali clienti del servizio Google Apps Free, il quale era compatibile in maniera nativa con i dispositivi Android e con Google Chrome, lo stesso servizio che permetteva agli utenti di far guadagnare Google tramite la pubblicità nel sito GMAIL e tramite la vendita di APP del Play Store.

Microsoft invece ora guadagnerà terreno in quanto il servizio LIVE è compatibile in maniera nativa con gli Smartphone Windows 8, con i tablet Windows 8 RT e con TUTTI i PC con Windows 8, che richiedono un account al primo utilizzo.

Quindi Google perde potenziali clienti e nuovi numeri. Microsoft dando un servizio gratuito rilancia il mercato Windows.

Io attiverò i miei nuovi clienti sul servizio LIVE e magari gli venderò uno smartphone Nokia  😉

Tu che ne pensi?

Tratto da:

http://www.labnol.org/internet/google-apps-free/26926/

How to Get the Free Edition of Google Apps

Alternatively, here’s a quick and simple workaround that will still let you sign-up for the free edition of Google Apps even though Google has officially retired the free edition – all you need is a free Gmail or Google account.

  1. Go to appengine.google.com, sign-in with your Google Account and create a new Application. You may fill in any dummy date and click the “Create Application” button.
  2. Open the “Dashboard” and on the next screen, click the link that says “Application Settings.”
  3. Scroll down a little (refer to the video tutorial) and choose “Add Domain” to associate a domain with your App Engine application.
  4. That’s it. Now you should see a special link* to sign-up for the free edition of Google Apps. You may either use your existing domain or buy one through Google Apps.

[*] You have to access this link through App Engine as Google Apps checks the HTTP Referrer information before serving up the sign-up page for the free edition of Google Apps.

Related reading: Register Web Domains with Google Apps

 

Scansione antivirus su PC che non si avviano, ISO CD e DVD live e free

Hai un PC che è sempre più lento? Ogni pagina che apri hai 3 schede di pubblicità indesiderata?

E’ facile che la tua identità e i tuoi dati siano veramente a rischio.

 

Microsoft per rimediare ai sempre maggiori virus rilascia

DEFENDER OFFLINE

Kaspersky ha il suo CD live, in versio 10, ma non è più supportato:

Rescue disk Kaspersky

Avira Rescue CD in varie versioni

Avira Rescue Disk

Bitdefender rilascia un disco basato su Linux

Bitdefender Live CD

Norton (forse l’antivirus più conosciuto e “vecchio” che c’è) rilascia un TOOL di creazione disco

Norton Rescue Tool

Da Comodo (famosa per il suo firewall)

Comodo Rescue Disk

Anche AVG ha il suo disco di ripristino

AVG Rescue CD

F-Secure fornisce una serie di strumenti tra cui il Rescue Disk

F-Secure Removal Tool and Rescue CD

Dr-Web rilascia un LIVE CD

Dr-Web livecd

Panda Antivirus è l’unica che si appoggia ad un’altra azienda per il download

Panda SafeCD tramite CNET

GDATA ha una serie di utility ed un CD di emergenza

G-Data Tools and recovery disk

Molto meno conosciuto ma da provare VBA32 antivirus

VBA32 LIVE CD

Avast ha una soluzione differente, permette di creare un disco di ripristino SOLO dopo aver installato il suo pacchetto Internet Security sul proprio PC…

Sito web AVAST

Da SourceForge (quindi software da progetti liberi, open source)

Antivirus ClamAV

Ultimo ma importantissimo, l’unica soluzione MADE IN ITALY (e funziona molto bene)

TG Soft Virit

 

Altre cose sono i System Cleaner o Virus Removal Tools

Qui il PULITORE per eccellenza, ma attenzione, NON supporta Windows 8 o 8.1

COMBOFIX 

Qui il Kaspersky Antirootkit TDSSKiller

Qui il Kaspersky aggiornato al 2011

Eset strumenti e removal tool vari

Vipre Removal Tool

G-Data Tools and recovery disk

post

Navigare su internet in Francia con i servizi 3g/4g senza abbonamento

rubrica email sito web contatti_telefonoLa Francia è differente dall’Italia e le offerte, soprattutto fino a qualche mese fa, erano quasi completamente orientate ai servizi ad abbonamento annuale. Pagando un TOT l’anno si avevano telefonate, sms e se pagavi di più anche internet.

Le opzioni per internet senza abbonamento sono ESTREMAMENTE costose, paragonate ai servizi che offrivano prima.

Ma il mercato sta cambiando anche in Francia e ora si possono trovare tariffe come queste:

LEBARA

Internet con un massimo di 100MB per un massimo di 14 giorni a Euro 2,90

codice WEB100

Internet con un massimo di 250MB per un massimo di 30 giorni a Euro 4,90

codice WEB250

e si attivano direttamente dal telefono con un SMS

Basta inviare un SMS al 22241 (SMS gratuito) con scritto WEB100*OUI o WEB250*OUI

Con questa compagnia si può verificare il credito residuo digitando il codice *133#

Sempre con questa compagnia si pagano (se non si attivano offerte internet come quelle sopra proposte, alla data odierna) 9 centesimi per MB con scatti di 1 centesimo

 

Con ORANGE il costo è un pò superiore

100 MB per 15 giorni a 8 Euro

ma qui c’è inclusa la SIM e forse il servizio da una velocità più costante.

L’offerta è: Pass Let’s go

rintracciabile nella categoria: pass prépayé 3G+ mobile

 

Sempre ORANGE propone un’altra offerta ma questa è una RICARICA e non credo che include la SIM

che offre Les recharges internet mobile:

5 euro per 150 MB per 1 settimana

10 euro per 500 MB per 2 settimane

oppure il pacchetto HOLIDAY a 40 euro con incluse chiamate e uso del WiFi Orange.

 

Invece SFR propone costi relativamente alti

SIM a 10 euro

5 euro per 100 MB per 1 settimana

20 euro per chiamate + sms + 300 MB per 1 mese

 

 

L’offerta BOUYGUES di è invece differente:

si ha la possibilità di prendere una SIM (o MICROSIM) senza alcun contratto a 9,90 euro, con inclusi, in linea teorica (in quanto non sono spiegati i dettagli) 2 giorni di uso internet, sulla quale poi ci si attivano le offerte proposte dalla compagnia stessa, per esempio (i dati sono tutti massimali, quindi al superamento di un qualsiasi parametro l’offerta si ferma)

1 giorno / 300 MB a 6 Euro

7 giorni / 2000 MB a 20 Euro

31 giorni / 4000 MB a 40 Euro

poi ce ne sono altre 4 che invece di essere a MB sono a fasce orarie ma a quel punto parliamo di prezzi da Internet Point!

Un’alternativa è il BOX UMTS WIFI proposto dalla stessa compagnia al costo di 45 Euro con inclusi, in linea teorica (in quanto non sono spiegati i dettagli) 4 giorni di uso internet. Passati i 4 giorni teorici si possono attivare le offerte sopra proposte.

 L’offerta VIRGIN è invece suddivisa

Cartes Prépayées a 10 euro

Poi l’offerta sembra essere di 2 euro al giorno per 50 MB, ma è fatta per i telefoni e ci sono alcune condizioni.

 

 NRJ invece propone delle ricariche anche a 500MB

Carta a 9,90 euro con 5 euro inclusi

Ricarica web

100MB a 3 Euro

250MB a 4 Euro

500MB a 6 Euro

E viene specificato che il VOIP non funziona, ne tantomeno è incluso il PeerToPeer, potrebbe però essere valutabile

 

 

 

Altri link non aggiornati che ne parlano

http://www.prepaidgsm.net/en/france.php

http://vivereincostazzurra.blogspot.it/2012/01/compagnie-telefoniche-francesi-e.html

http://www.justlanded.com/italiano/Francia/Guida-Francia/Telefono-Internet/Tariffe-per-cellulari

 

Infine, per utilizzare il servizio c’è bisogno dei parametri APN degli operatori francesi. Per comodità inserisco il file in formato scaricabile.

Paramètres APN Internet france francia in DOCX

Paramètres APN Internet france francia in PDF

 

post

Come verificare lo stato delle promozioni TIM per Internet

La risposta è semplice: visitando il portaletim_logo

http://www.timinternet.it/

Ma ancora più semplice? Basta aprire questo link:

https://www.timinternet.it/timmobile/private/wp.do

e senza consumare altri MB o perdere altro tempo, vi da direttamente solo lo stato dell’abbonamento. Veloce, pratico, essenziale!

Fatemi sapere se non funziona o se vi è stato utile!

Ripulire un PC con Windows XP dai Virus, dagli Spyware e dai Trojan

SEGUI L’ARTICOLO AGGIORNATO QUI SOTTO
http://support.abc-online.it/customer/portal/articles/1024261-rimuovere-i-virus-da-un-pc-infetto-bloccato

Il presente articolo è VECCHIO
Il tuo PC è lento? Ti si aprono spesso finestre pubblicitare? Mentre navighi su internet, all’improvviso, ti si presentano siti web non richiesti? Tutto questo significa che:

IL TUO PC E’ INFETTO

Non è detto che tu debba cancellare tutto o cambiare PC, in molti casi basta fare una BUONA PULIZIA, con una SCANSIONE ANTIVIRUS.

I passaggi da effettuare sono questi:

  • primo passaggio

INSTALLA UN OTTIMO PRODOTTO ANTIVIRUS, gratuito per 30 giorni, ITALIANO, che non interferisce con alcun altro prodotto antivirus:

VirIT

SCARICA GRATIS VirIT in ITALIANO http://www.tgsoft.it/italy/download.asp

ATTENZIONE, una volta installato VirIT, possono essere visualizzate delle schermate di AVVERTIMENTO che ci indicano se ci sono dei programmi che TENTANO di partire AUTOMATICAMENTE all’avvio del PC, questa è una funzionalità molto importante, perché in alcuni casi ci permette di bloccare dei virus che altrimenti potrebbero non essere cancellati dal sistema perché sono in “esecuzione”, ponete quindi attenzione e se vi si propone di analizzare un file a voi sospetto o comunque che NON conoscete, indicate con assoluta tranquillità al programma di SEGNALARE/INVIARE il file ai laboratori VirIT per essere analizzato e automaticamente bloccarne l’avvio automatico. Se cliccate su IGNORA o CONSENTI, il VIRUS o lo SPYWARE, potrebbe rimanere nel PC con tutte le conseguenze negative.

  • secondo passaggio

Al termine dell’installazione riavviare il PC

  • terzo passaggio

FERMARE la scansione che parte in automatico con VirIT e procedere con gli aggiornamenti del programma (TASTO CON DISEGNATA UN’ANTENNA-PARABOLA)

  • quarto passaggio

al termine degli aggiornamenti riavviare il PC

  • quinto passaggio

riavviato il PC dopo aver fatto gli aggiornamenti lasciate finire la scansione automatica, se ci sono degli elementi corrotti o infetti il sistema AUTOMATICAMENTE li cancellerà, quindi non preoccupatevi di nulla e attendete.

  • sesto passaggio

una volta terminata l’analisi, se sono stati riscontrati e corretti dei file o delle righe del registro, vi consiglio di riavviare nuovamente il PC e fare un ulteriore controllo (quindi ri-fare la scansione appena terminata dopo aver spento e riacceso il PC). Questo passaggio serve per rimanere protetti nel caso in cui qualche file sia rimasto “nascosto” e al riavvio del PC si replichi.
Se non viene trovato null’altro significa che il nostro PC, ora, “dovrebbe” essere pulito.

  • ULTIMO PASSAGGIO, IMPORTANTISSIMO.

A questo punto vi consiglio di installare un buon prodotto antivirus che possa proteggere costantemente il PC. Se vi piace e vi siete trovati bene, potete anche lasciare VitIT e acquistare la licenza annuale. Tutto sommato se il software è buono occorre incoraggiare gli sviluppatori e acquistare il prodotto in alternativa ad altri.

Un software GRATUITO che posso consigliare a tutti gli utenti che hanno Windows Vista o Windows 7 è Microsoft Security Essentials, il quale si SCARICA GRATUITAMENTE da qui:
Scarica Gratis Microsoft Security Essentials http://www.microsoft.com/security_essentials/

Buona navigazione a tutti e segnalate pure di seguito se avete avuto problemi o se questa mini-guida vi ha soddisfatto.

Free download Flock 3 (beta)

Da pochi giorni e’ stata rilasciata la nuova versione di Flock, giunta ormai alla 3° edizione.
Con l’occasione Flock cambia in maniera totale, dando sia una nuova veste grafica all’utente, sia una nuova struttura interna.

Flock abbandona il progetto Firefox e passa a Google Chrome con il progetto Chromium.

Vantaggi:
maggiore velocità di apertura;
codice innovativo e gestione migliorata dei componenti multimediali;
possibilità di condividere il materiale in maniera facile su Facebook e Twitter;
sistema di aggiornamenti integrato e più snello;

Svantaggi:
perde l’integrazione con i gestori di posta
perde il supporto per tutti i plugin sviluppati per Firefox;
perde alcuni strumenti, ad esempio il caricamento diretto sui portali/social network;
perde l’integrazione diretta con alcuni social network quali myspace/picasaweb

In pratica rimane compatibile SOLO con Facebook, Twitter, Flickr e Youtube.

Rimane comunque un ottimo progetto e consiglio a tutti di provarlo:
http://beta.flock.com/

Vuoi scaricare le estensioni per Flock 3? Fai riferimento a questa pagina:
https://chrome.google.com/extensions

Privacy e internet, come evitare di ricevere pubblicità mirata

Qua un elenco di siti web che si occupano di pubblicità On-Line e che per “lavoro” tracciano le visite degli utenti internet.

http://www.networkadvertising.org/managing/opt_out.asp

Selezionando tutti i siti web (nella voce Opt-Out) e cliccando su SUBMIT si richiederà il blocco del proprio tracciamento. In questo modo le compagnie di pubblicità non potranno accedere alle nostre preferenze (tipo film preferito, gli ultimi acquisti online, la nostra città di provenienza) e di conseguenza non ci potranno automaticamente proporre l’acquisto di materiale simile (sequel del film, un acquisto simile al precedente, un’appuntamento presso la nostra città).

Usare Firefox per fare le traduzioni e altro… (da italiano a inglese, da inglese a italiano)

Come fare per tradurre un piccolo testo? Una semplice parola?

La soluzione più semplice è questa: installare un piccolissimo “Search Engine Plugins”, in realtà non è un plugin ma semplicemente un “modo di fare le ricerche”.

Soluzione veloce senza troppe spiegazioni:

Andare (con Firefox o Flock) alla pagina:

http://mycroft.mozdev.org/search-engines.html?language=it

e installare il pacchetto:

Google Translate it->en

e il pacchetto:

Google Translate en->it

ora selezionare il primo “motore di ricerca” (IT->EN) dal box che si trova in alto a destra e scrivere il proprio testo da tradurre dall’italiano all’inglese, premere “INVIO” e attendere che si apra la pagina che conterrà la nostra traduzione. Viceversa se selezioniamo il pacchetto che traduce dall’inglese all’italiano, verrà effettuata un traduzione rapida da una parola (o piccola frase) dall’inglese all’italiano.

Soluzione e spiegazione passo passo:

Firefox è stato il primo browser ad avere un supporto completo per la funzionalità di ricerca “integrata” nella barra posizionata in alto a destra. Questa barra ha principalmente lo scopo di cercare “qualcosa” nei vari motori di ricerca, selezionabili da un elenco preimpostato (Google, Yahoo, etc. etc.). La casella di ricerca rapida utilizza uno standard ben definito che i programmatori possono usare liberamente per far utilizzare a questa “barra” dei server/provider differenti (per esempio la Microsoft ha rilasciato il “Search Engine Plugins” per la ricerca diretta su Bing, in teoria ognuno potrebbe realizzare il proprio “Search Engine Plugins” per il proprio sito.

Nel tempo però questa semplice “ricerca” si è evoluta ed ora è possibile utilizzare questa barra anche per fare “simil ricerche”. Ad esempio è stato creato un “Search Engine Plugins” per cercare parole nel dizionario, oppure è possibile utilizzare i servizi di mappe messi a disposizione per trovare una via precisa o, come spiegato in questo articolo, è possibile utilizzare questo “motore di ricerca” per cercare un termine all’interno di Google Translate (o altri servizi di trafuzione) e visualizzarne a schermo la pagina che ne indica la traduzione.

Esistono decine e decine di differenti “Search Engine Plugins”, i più utili sono elencati alla pagina:

http://mycroft.mozdev.org/search-engines.html?language=it

Ovviamente i plugin di questa pagina sono realizzati appositamente per Mozilla e potrebbero non funzionare correttamente su altre piattaforme.

Una volta identificato il “codice” che ci serve, per trovarlo pronto all’uso, basta cliccarci sopra.

Poi esistono anche altre soluzioni, dei veri e propri plugin, ma possono rallentare il browser o non essere compatibili con tutte le versioni. Il mio consiglio per effettuare le traduzioni (con i vari pacchetti sono disponibili pressoché tutte le lingue principali) è quello di usare solo i “Search Engine Plugins”.

Se ci sono problemi lasciate pure un commento.

Word 2010, la nuova frontiera per il blog pubblishing

“Il pacchetto Office 2010 rivoluzionò la pubblicazione dei blog e del mondo internet” è questo quello che si leggerà nelle riviste futuro, nei libri che spiegheranno i momenti di sviluppo tecnologico e, ovviamente, nell’incremento del numero degli aggiornamenti dei blog stessi.

Causerà anche un aumento della vendita del pacchetto office stesso? Probabile, purtroppo però, i costi non accessibilissimi a tutti (si parla a volte del 33% del costo di acquisto del PC base, oggigiorno i NetBook o i Notenook in offerta si trovano a partire da 300 Euro Windows incluso e il pacchetto Office base parte dai 99 Euro), quindi si avrà sicuramente un passaggio a Office in tutte quelle situazioni professionali e semi-professionali, dove il tempo di pubblicazione di un articolo, o di un aggiornamento “web” ha la sua importanza.

Si pensi alla redazione di un piccolo giornale online o di un periodico a bassa tiratura che tende a fare spesso degli aggiornamenti online: pubblicare un articolo in modalità “professionale” con una decina di click (o forse anche meno) senza dover aprire alcuna interfaccia web, direttamente dal proprio Word (quindi con la possibilità di fare copia incolla includendo immagini, formattazione e quant’altro)

  • aprire l’articolo,
  • cliccare su pubblica,

ha un tempo decisamente inferiore a:

  • apertura di una finestra web,
  • autenticazione,
  • pubblicazione dell’articolo,
  • formattazione dell’articolo,
  • pubblicazione delle immagini e inserimento nell’articolo, …

Forse si può parlare di 1/4 dei tempi per lo stesso lavoro (senza calcolare gli strumenti che Word mette a disposizione!)

Non voglio fare pubblicità a questo prodotto commerciale, ma è indubbio il fatto che MS lavora costantemente per rendere le cose più semplici e più belle (esteticamente parlando).

Schema delle operazioni:

Che cosa è Facebook?

www.facebook.com

E’ un sito internet che è stato sviluppato sul modello del Social Networking, cioè sulla base delle “intercomunicazioni sociali”.

In maniera più semplice, forse, può essere inteso anche come una grande bacheca virtuale dove ogni persona è “libera” di scrivere quello che vuole.

La base del modello vincente di Facebook (che ha superato tutti gli altri siti ormai di Social Network ormai minori) è la facilità d’uso dovuta a:

– struttura estremamente basilare e adatta a chi non ha mai usato un sito web di social networking con “suggerimenti” mirati per poter mantenere alto il livello di qualità di “navigazione” dell’utente all’interno della piattaforma;

– modello di pagina uniforme, senza possibilità di personalizzare troppo l’aspetto, al fine di mantenere un coordinamento logico tra i pulsanti di azione e i contenuti, tendente a creare una “specie” di OS sul web;

– semplicità nell’interagire con gli elementi pubblicati da altri amici/colleghi grazie allo strumento (1 click) denominato “MI PIACE” e alla possibilità di lasciare commenti in maniera immediata con un’interfaccia unica;

– semplicità nell’inserimento dei propri contenuti: ora sia i privati, sia le aziende, possono avere un punto di contatto con gli altri grazie a degli strumenti pressoché gratuiti, facili da usare e facili da trovare (e anche da sponsorizzare);

– interconnetività aperta per le altre piattaforme: molti siti web ormai si collegano al database di Facebook per evitare agli utenti la registrazione (one time access for all services);

Si possono quindi dare queste definizioni per questo sito/piattaforma:

  • PIACENTE
  • FACILE
  • INTUITIVO
  • DINAMICO
  • INTERATTIVO

Inoltre in Facebook sono presenti altre funzioni, come per esempio la possibilità di creare il proprio album fotografico, archivio video, la propria raccolta di note, il proprio gruppo di amici (es. FanClub), la propria pagina pubblica (es. aziende), usare una chat dove parlare con chi è in linea, usare MILIONI di applicazioni WEB personalizzate, pronte all’uso, e senza necessità di installazione.

Ovviamente a volte sorge una domanda: ma serve?

Circa 40 anni fa non esisteva neanche l’email (testata per la prima volta nel 1971).

Circa 70 anni fa non era commercializzata la TV (testata per la prima volta nel 1925).

Circa 100 anni fa non esisteva la RADIO (testata per la prima volta nel 1895).

Circa 120 anni fa non esisteva il TELEFONO (testato per la prima volta nel 1871).

Sono tutte cose che ci sono servite, diciamo immensamente, ma il Social Networking sarà davvero ciò che cambierà il nostro modo di vivere la giornata?

Questo nuovo prodotto è gratuito, non ci da alcuna certezza, lo storico delle comunicazioni è ridotto al minimo, dettagli e contenuti posso “sparire” magicamente in seguito a qualsiasi problema o a qualsiasi “revisione” dei dati, facendoci perdere TUTTO.

…MA: ci permette di comunicare con persone mai viste trattandole come amici, ci permette di trovare parenti e vecchie conoscenze ormai lontane, ci suggerisce di adorare oggetti commerciali che, poi, forse compreremo, ci aiuta a diffondere la nostra immagine rendendoci protagonisti, aiuta coloro che ci cercano a trovare il nostro numero di telefono, consente ai ladri che da tempo cercavano la nostra abitazione di venirci a trovare nella settimana in cui saremo al mare, ci permette di salutare una persona che in passato abbiamo odiato, curiosando tra le sue foto e scoprendo chissà quale segreto che a noi non ci aveva mai voluto far scoprire, ci aiuta a vedere la figlia del cugino del ragazzo di nostra sorella: è appena nata, che bella, … domani andrò in ospedale a vedere tutti i neonati.

Negli ultimi tempi facebook si è accorto che la privacy dei suoi utenti era minacciata, ora occorre accettare le “amicizie” per permettere agli altri di vedere le nostre “fotine”, le nostre pubblicità, e le altre cose “tanto ci piacciono”. Quanti di voi ha controllato se le persone che si dichiarano nostre amiche sono tali?

Facebook cerca di colmare il vuoto lasciato dalle caselle email prive di qualsiasi contenuto umano, spacciando per buono ciò che è commerciale.