post

Vendita on line di elettronica, elettrodomestici e prodotti scontati!

redcoon_Logo_CMYK_modifiedRedcoon è un sito web equivalente, in tutto e per tutto, ad un centro dedicato all’elettronica come MediaWorld o Saturn, con la differenza che non ha sedi fisiche, ma solo online.

Questo tipo di siti è ottimo per alcuni versi, pessimo per altri. Nel caso di una verifica di un prezzo, di una disponibilità sul territorio italiano di un determinato prodotto, il sito web si presta molto bene alla verifica. Sicuramente è uno dei siti web più “accattivanti”, del resto il loro motto è PREZZI PICCANTI. L’aspetto negativo, al contrario, è l’impossibilità di avere un contatto “personale” con lo staff, con il titolare o con il tecnico del caso. Quindi cosa accade alla vendita del prodotto?

1. Si paga con carta di credito in ANTICIPO, prima di ogni cosa.

2. Ci arriva il prodotto a casa (o in ufficio) con un servizio solitamente molto rapido.

3. Se non ci sono problemi siamo contenti. Se si verificano problemi (dipendenti da Redcoon o dal corriere, dalla casa costrutrice o dall’impiegato che ha preparato il pacco…) di qualsiasi natura, allora, siamo un po’ inguaiati.

Si perché la legge italiana recita che la garanzia è principalmente un problema del venditore, poi l’utente si può rivolgere anche all’assistenza della casa. Ma in questo caso il venditore è quasi virtuale. Quindi? Quindi sperate di non aver problemi, o spendete qualche soldo di più e prendete il prodotto sotto casa. A voi la scelta.

 



Logo redcoon.it 200x100

post

Impossibile trovare le pagine Facebook su Instagram (Soluzione gennaio 2014)

instagram e i problemi delle pagine FacebookSe fai il logout e poi il login su Instagram, o semplicemente se installi oggi Instragram, devi effettuare nuovamente la sincronizzazione con Facebook, ma al momento del login l’app di Instagram NON TROVA nessuna pagina disponibile su Facebook ma permette la pubblicazione solo su IL MIO DIARIO.
Significa che c’è qualche problema.

Ho controllato e al momento non è un problema di cache, ne di sessione Facebook, quindi la rimozione dell’app di Instagram e/o Facebook e/o Gestore delle pagine Facebook, non risolvono il problema.

Al momento c’è un problema di base con il programma Instagram, la versione attuale NON gestisce bene l’autenticazione quindi la soluzione è questa, in 5 semplici STEP:

1. Rimuovi Instagram dal tuo dispositivo.

2. Scarica una vecchia versione di Instagramm per Android (qui puoi trovare la versione 4.2.6).

3. Installa la vecchia versione di Instragram cliccando direttamente sul file (può essere necessario modificare le impostazioni di sicurezza di Android per permettere al sistema di installare delle APP che non si trovano nel Play Store).

4. Fai il login su Instagram e aggiungi il tuo account Facebook, ora dovresti poter gestire le pagine.

5. Aggiorna Instagram dal Play Store con l’ultima versione ufficiale.

Ora hai Instagram aggiornato e funzionante sulle pagine Facebook di tua proprietà!

post

Invita tutti gli amici di Facebook ad una pagina, codice 2013 javascript per Google Chrome e Firefox

Aggiornamento del febbraio 2016: leggete questo nuovo POST

Invita tutti gli amici in una pagina, evento o gruppo Facebook

 

 

Aggiornamento febbraio 2014 riferito al blocco della CONSOLE.
How-to-invite-all-friends-to-a-Facebook-page-invita-tutti-2013Invita tutti gli amici quando non c’è più il CHECKBOX ma c’è il tasto INVITA al fianco del nome dell’amico

Il codice funziona perfettamente da Google Chrome e da Firefox con questa piccola procedura:

– entra nella pagina a cui vuoi aggiungere i tuoi amici, nella sezione INVITA I TUOI AMICI clicca su MOSTRA TUTTI.
– nel riquadro dove ci sono tutti gli amici clicca su una parte BIANCA, tra il nome dell’amico e il tasto INVITA, poi clicca su ISPEZIONA ELEMENTO/ANALIZZA ELEMENTO
– poi clicca su CONSOLE e incolla il seguente codice:

var inputs = document.getElementsByClassName('uiButton _1sm');
for(var i=0; i<inputs.length;i++) {
inputs[i].click();
}

AVVISO di FEBBRAIO 2014
Facebook ha notato l’utilizzo improprio della CONSOLE JAVASCRIPT e ora pone un avviso agli utenti, indicando che la console è stata bloccata.

L’avviso recita più o meno così:

"The developer console is temporarily disabled; see https://www.facebook.com/selfxss for more information"
Careful. This might not do what you think.
This is a browser feature intended for developers. If someone told you to copy-paste something here to enable a Facebook feature or "hack" someone's account, it is probably a scam and will give them access to your Facebook account.

e indica di andare alla pagina:
https://www.facebook.com/selfxss

Nella pagina c’è un titolo più o meno così:
Why doesn’t the JavaScript console work the same way when I’m on Facebook?

Per sbloccare l’uso della CONSOLE cliccare il checkbox della voce:
O Allow my account to be hijacked if I paste malicious JavaScript

Non c’è nessun OK da cliccare… lo prende per un OK nel momento in cui ci si clicca.

Questo codice funziona al 15 febbraio 2014 ed è valido per poter invitare più amici contemporaneamente a diventare FAN di pagine web, sia gestite direttamente sia di altri.

RICORDA, non ne abusare, gli amici altrimenti ti bloccano e facebook di esclude dal network.

post

Errore aggiornamento WordPress “The server encountered an internal error or misconfiguration” in hosting

Nel caso in cui, su un hosting (wordpress arubaAruba) avete installato WordPress e funziona tutto, ma dopo aver fatto qualche aggiornamento vi da questo problema
Internal Server Error

The server encountered an internal error or misconfiguration and was unable to complete your request.

Please contact the server administrator at postmaster@DOMAIN.EXT to inform them of the time this error occurred, and the actions you performed just before this error.

More information about this error may be available in the server error log.
Significa che, probabilmente, sono impostati dei permessi sbagliati.

Su ARUBA si risolve semplicemente così:

  • entrare nel pannello di controllo
  • poi aprire il ” Pannello gestione Hosting Linux”
  • andare in “Strumenti e Impostazioni”
  • infine cliccare il tasto “Riparazione Permissions”

verrà chiesta la conferma e poi occorrerà attendere un po’ di minuti.

Per ovviare al problema per i prossimi aggiornamenti si può provare a modificare il file:

wp-config.php (da FTP o dal pannello di controllo di Aruba – File Manager)

Una volta aperto il file aggiungere queste due righe al termine

define(‘FS_CHMOD_FILE’,0755);
define(‘FS_CHMOD_DIR’,0755);

 

Si ringrazia per l’aiuto messo in linea photogulp

post

Importare molti contatti VCF su Gmail – Thunderbird – Android o altra rubrica

Spesso capita che i programmi (come Nokia Ovi Suite) esportino i contatti della propria rubrica su “File Singoli”, ad esempio se si hanno 500 contatti salvati sul proprio telefono verranno creati rispettivamente 500 file. Questo è alquanto scomodo per importarli in altri sistemi dove i contatti possono essere importati con 1 file per volta, vi immaginate di dover importare a mano 500 contatti? Un’enorme perdita di tempo.

rubrica email sito web contatti_telefonoSi possono però unire facilmente, nel senso che si può generare un file vCard unico dai 500 contatti.

Su Windows (anche Windows 8) basta andare nella schermata DOS e digitare un semplice comando:

– Aprire il dos premendo il tasto WINDOWS + la lettera R

– scrivere CMD

– posizionarsi nella directory dove si trovano i file VCF ad esempio se si trovano in c:\users\PC\Desktop\contatti dovremo scrivere

cd c:\users\PC\Desktop\contatti

– lanciare il comando per unire i file

copy /b *.vcf rubrica.vcf

Questa operazione ci creerà un file unico con nome: “rubrica.vcf” che sarà possibile importare in qualsiasi applicazione correlata.

Se invece avete un MAC il comando da lanciare (sempre da terminale) è:

fmt -sp *.vcf > rubrica.vcf

(Compatibile anche con Mozilla Thunderbird – Google Mail – Android SmartPhone)

 

Scopri come importare i contatti in GMAIL sul sito topcontributor.it (la community di supporto Google)

post

in-vetrina.it problemi, consegne inesistenti e mancanza di assistenza

Mario Rossi, chi è?recensione in-vetrina.it
in-vetrina.it è affidabile?

Le recensioni sul web non esistono, ma ad oggi non esistono neanche i prodotti.

Effettuo l’ordine venerdì, per un prodotto scontato del 30% rispetto ai concorrenti nel web e faccio immediatamente il pagamento tramite bonifico contattando l’azienda per chiedere se è possibile fare il contrassegno, ma loro rispondono che hanno avuto problemi in passato e quindi NON FANNO contrassegno. Il bonifico non è intestato a IN-VETRINA.IT ma a ROSSI MARIO.

Aspetto ed entro 48 ore lavorative ricevo l’email che il pacco è stato spedito, a quel punto attendo, entro mercoledì (superveloci) dovrebbe arrivare.

Mercoledì non arriva e il corriere non ha nulla da consegnare.

Chiamo IN-VETRINA.IT e mi confermano che il pacco sarà evaso a breve, entro 1-2 giorni.

Ad oggi, venerdì, il pacco è UN PACCO, l’assistenza via email alla terza email (1 al giorno) non risponde e l’assistenza telefonica è scomparsa. La voce del centralino dice:

Benvenuto al call center invetrina.it prima di impegnare un operatore ti preghiamo di leggere le risposte più frequenti presente nella sezione FAQ presente nella homepage del sito, altrimenti ti preghiamo di attendere rispoderemo alla tua chiamata in pochi secondi.

Tutti gli operatori sono occupati, la preghiamo di attendere in linea per non perdere la priorità acquisita, grazie.

Tutti gli operatori sono occupati, la preghiamo di attendere in linea per non perdere la priorità acquisita, grazie.

Ci dispiace ma per motivi di intenso traffico la preghiamo di riprovare più tardi, grazie.

… e cade la linea

Io non traggo conclusioni affrettate, il pacco potrebbe essere veramente in transito, potrebbe essere un sito web che ordina solo dopo aver venduto e quindi avere rallentamenti, ma ad oggi dimostra sicuramente poca affidabilità.

Tornate su questa pagina e troverete gli sviluppi della vicenda, positivi o negativi.

AGGIORNAMENTO 2017.

Il titolare è stato denunciato ed è iniziata la procedura che lo ha portato in Tribunale. In teoria. All’udienza non si è presentato ne lui, ne il suo giudice ne il giudice sostitutivo del tribunale. Quindi, morale della favola, il procedimento è stato RI-INVIATO. A quando? 1-2 anni dopo.

Noi come parte civile siamo stati presenti ma è stata solo una perdita di tempo.

Problema: 2013. Prima udienza: 2017. Nessuna presenza. Sono passati 4 anni e sicuramente non rivedremo mai 200 euro.

Come è potuto accadere? La banca ha detto che il signor Rossi era una persona inesistente, il conto è stato aperto con un documento falso, cosa inconcepibile se non si va a pensar male (e si fa quindi peccato!) ai livelli di informatizzazione già raggiunti nel 2013, quando è stato aperto il conto e quando, nonostante le denunce alle forze dell’ordine, il sospetto ritirava comunque i soldi.

 

VI AGGIORNERO’.

post

Come verificare lo stato delle promozioni TIM per Internet

La risposta è semplice: visitando il portaletim_logo

http://www.timinternet.it/

Ma ancora più semplice? Basta aprire questo link:

https://www.timinternet.it/timmobile/private/wp.do

e senza consumare altri MB o perdere altro tempo, vi da direttamente solo lo stato dell’abbonamento. Veloce, pratico, essenziale!

Fatemi sapere se non funziona o se vi è stato utile!

post

Aggiornare SSH (openssh, ssh-server, openssh-server) su CENTOS, testato su VPS Aruba

AVVISO IMPORTANTE: QUESTA GUIDA NON E’ PER UTENTI SENZA ALCUNA CONOSCENZA DI BASE, l’uso scorretto può portare al blocco del sito web, alla perdita di dati, alla necessità di un reset del server, alla non continuità del funzionamento del sito/server. Si consiglia l’uso in un ambiente di test, si consiglia di effettuare sempre un BACKUP completo (file-impostazioni-database) dell’ambiente di lavoro, si sconsiglia l’uso in un ambiente di lavoro senza alcun test preventivo.

innanzitutto verificare la versione presente nel sistema

ssh -v

poi dal sito

http://www.openssh.com/portable.html

Identificare il file più adatto e il mirror, ad esempio prendere quello francese della versione 6.1

wget http://ftp.arcane-networks.fr/pub/OpenBSD/OpenSSH/portable/openssh-6.1p1.tar.gz

poi decomprimere il tutto

tar -xvzf openssh-6.1p1.tar.gz

e copiare il file informativo nella directory di sistema

cp ./openssh-6.1p1/contrib/redhat/openssh.spec /usr/src/redhat/SPECS/

copiare il file sorgente completo nella directory di sistema

cp openssh-6.1p1.tar.gz /usr/src/redhat/SOURCES/

andare nella directory di sistema

cd /usr/src/redhat/SPECS

compilare i file

perl -i.bak -pe 's/^(%define no_(gnome|x11)_askpass)\s+0$/$1 1/' openssh.spec

creare la struttura del file rpm “finale”

rpmbuild -bb openssh.spec

ASSICURARSI che tra le righe finali ci sia qualcosa del genere:

Wrote: /usr/src/redhat/RPMS/i386/openssh-6.1p1-1.i386.rpm
Wrote: /usr/src/redhat/RPMS/i386/openssh-clients-6.1p1-1.i386.rpm
Wrote: /usr/src/redhat/RPMS/i386/openssh-server-6.1p1-1.i386.rpm

andare nel percorso finale dove sono stati generati i file

cd /usr/src/redhat/RPMS/i386/

installare il risultato

rpm -Uvh *.rpm

lanciare nuovamente il comando

ssh -v

per verificare quale versione è attualmente installata.

Se è la stessa versione originale, non è andata a buon fine l’installazione, eseguire nuovamente i passaggi con cura e verificare se ci sono output con errori.

post

Estrazione dell’aggiornamento. Impossibile copiare i file. Installazione fallita WordPress update

Se vi è capitato di riscontrare questo errore …

Download aggiornamento da http://it.wordpress.org/wordpress-3. … it_IT.zip.
Estrazione dell’aggiornamento.
Impossibile copiare i file.
Installazione fallita



…e vi trovate a dover fare un aggiornamento importante ed urgente c’è una soluzione, o perlomento c’è la possibilità di aggirare il problema.

Ovvio che è un aggirare il problema e potrebbe ripresentarsi.
Premettiamo che questa guida è stata fatta principalmente per server ARUBA, non è funzionante in tutti gli ambienti, ma può essere un ottimo spunto di partenza. Se avete consiglio o dubbi lasciate un commento in fondo.

_______________________________________

Passaggi standard, non dannosi (solitamente)

Entriamo nella gestione dei file (premettendo che sia un server linux con Apache) via SSH

Posizioniamo il cursore sulla directory superiore ( su plesk ad esempio /var/www/vhost/NOMEDOMINIO.EXT/ ) e assegnamo alle directory i proprietari corretti ((userftp) è il nostro utente FTP)

chown (userftp):psacln ./httpdocs/ -R



Ora proteggiamo il sistema con questi comandi che dovrebbero sistemare i permessi:

chmod 750 ./httpdocs/ -R
find httpdocs/ -type d -exec chmod 775 -R {} \;
find httpdocs/ -type f -exec chmod 644 -R {} \;



Facciamo ripartire il server APACHE per convalidare le modifiche:

service httpd restart



 

Riproviamo a fare l’aggiornamento…
E’ andato?
Se la risposta è si… OK! Sei stato fortunato.
Se la risposta è no… lancia questo comando e riprova:

chmod 777 httpdocs/* -R



In questo modo abbiamo RIMOSSO ogni protezione e il sistema è ESTREMAMENTE vulnerabile, attaccabile… etc. Prova a lanciare di nuovo l’aggiornamento…
E’ andato?
Se la risposta è si… OK! Sei stato fortunato, ma ora ri esegui tutti i passaggi riportati sopra per riportare alla normalità il sistema, ovviamente tranne la parte del chmod 777.
Se la risposta è no… lascia un commento sotto e proviamo insieme a vedere la soluzione.