post

Quando la truffa diventa reale da amici e conoscenti (a loro insaputa)

Se vi arriva un messaggio come questo:

MOLTO URGENTE!

Spero ciò ti arrivi in tempo utile. Sono stato a [città a caso], [paese a caso] e durante il mio soggiorno miei documenti sono stati rubati insieme al mio passaporto internazionale e la mia carta di credito che si trovava nella mia borsa. L’ambasciata è disposta ad aiutarmi permettendomi di prendere il volo per il ritorno senza il passaporto perciò me ne hanno consegnato uno  di breve durata; soltanto che devo  pagarmi il biglietto e le spese inerenti il soggiorno in hotel. Con mio grande dispiacere ho scoperto di non poter accedere al mio conto per prelevare il fabbisogno monetario di cui necessito poiché non dispongo della carta di credito; per ovviare a tale problema, la mia banca ha bisogno di tempo per elaborare tutti i dati che mi servono per ripristinare il tutto. In tutto ciò ho pensato di ricorrere al tuo aiuto per far sì che io possa quanto meno tornare in patria : pensavo di chiederti un modico prestito che ovviamente ti restituirò non appena sarò tornato. Devo assolutamente essere a bordo del prossimo volo. Se puoi mandarmi i soldi, via Moneygram sarebbe ottimo poiché è il modo più veloce che ho per ricevere la somma. Per favore, se potessi mandarmi i soldi mediante Moneygram sito nella località più vicina a te, sarebbe molto più conveniente per me; credo che in 20 minuti verranno spediti e ricevuti da me. Sono spiacente per ogni inconvenienza tale disguido possa crearti. Posso mandarti i dettagli su come trasferire la somma.

Spero di ricevere a breve la tua risposta.

Cordiali saluti

[Nome e Cognome]

Sappiate che NON E’ REALE!

E’ una truffa che sfrutta l’account di un vostro amico/collega tramite l’individuazione della sua password o di altri suoi dati.

Non dovete far altro che contattare, possibilmente via telefono o tramite altri sistemi (social network o meglio ancora di persona) il mittente e indicargli:

1. di cambiare immediatamente la password di quel servizio di posta e di altri account che usano la stessa password

2. di controllare e far controllare ad un esperto, il suo account, le impostazioni del suo PC e tutto ciò che vi è collegato.

L’ipotetico hacker potrebbe aver cambiato le impostazioni per cui tutti i messaggi destinati a quella casella di posta potrebbero essere dirottati ad altri, potrebbe essere stato aggiunto un indirizzo fake o, nel PC, potrebbe essere stato installato un trojan.

 

Hai dei dubbi? Lascia un messaggio qua sotto!

post

Come installare PEAR MAIL: open_basedir e un odissea che si risolve con 4 comandi su Plesk 11 e server Aruba

Premettiamo che PEAR MAIL è la piattaforma che ho scelto io per inviare email da PHP con un’autenticazione reale che evita la maggior parte di segnalazioni come SPAM.

pearPassiamo poi al problema principale
Come configurare correttamente il server per dare accesso ai servizi senza il blocco causato dai criteri di protezione di open_basedir.
Un’avvertimento a coloro che usano Aruba, i VPS e i server virtuali:

NON TOCCARE PHP.INI ne .HTACCESS

Aprendo il terminale da SSH lanciare


# yum install php-pear* 

# pear install Mail

# pear install Net_SMTP

Aprire il pannello Plesk 11
Entrare nella gestione del dominio come Power User
Cliccare su Siti web & domini
Cliccare sul nome del dominio (in basso)

Passare dalla scheda GENERALE a IMPOSTAZIONI PHP

andare alla voce
include_path
ad inserire


/usr/share/pear/:{DOCROOT}/:/tmp/

andare alla voce
open_basedir
ad inserire


/usr/share/pear/:{DOCROOT}/:/tmp/

cliccare su OK, dovremmo aver finito.

Se non funziona lascia pure un messaggio di seguito indicando eventuali errori e configurazioni hardware & software.

post

registrare il Cloud di posta elettronica gratuito per il dominio, alternative a Google Apps Free

L’alternativa a Google è Microsoft… si, si alternano, prima Microsoft non aveva nulla e Google aveva il cloud gratis, ora Microsoft regala il cloud personalizzato.alternative a google apps

Mentre Google decide di chiudere il servizio FREE (Google Apps Gratuito è stato chiuso dopo il 6 dicembre 2012)

Microsoft si BUTTA nel cloud, con un leggero ritardo, ma con un grande servizio:

DOMAINS for Outlook LIVE disponibile gratuitamente per gruppi fino a 50 utenti e per LA REGISTRAZIONE PUBBLICA. Si, potete rendere disponibile il vostro dominio a tutti coloro che desiderano registrarsi con il servizio LIVE sul vostro sito. Questo significa che se avete il dominio www.pincopallino.it, i visitatori del vostro sito potranno registrarsi in maniera AUTONOMA un email tipo paolo@pincopallino.it o rossi@pincopallino.it e il tutto è rilasciato grautitamente.

Il servizio è disponibile dal sito:

http://domains.live.com/

Cosa vi permette di avere questo servizio?

  • Una casella email “protetta”
  • Un buon servizio antispam e un servizio antivirus automatico sulla posta
  • Una GRANDE compatibilità con i dispositivi nuovi e vecchi, in quanto usa la tecnologia che microsoft utilizzava già su server Exchange e sui servizi Hotmail.
  • Una velocissima attivazione
  • Un controllo automatico dei tuoi dati da parte degli impiegati Microsoft, che nelle note del servizio spiegano come anche se non sono obbligati, possono supervisionare nei contenuti per assicurarsi che siano rispettati i termini e le condizioni del servizio… la privacy all’americana.

 

Facendo comunque due riflessioni possiamo dire che con questa mossa Google perderà tutti i potenziali clienti del servizio Google Apps Free, il quale era compatibile in maniera nativa con i dispositivi Android e con Google Chrome, lo stesso servizio che permetteva agli utenti di far guadagnare Google tramite la pubblicità nel sito GMAIL e tramite la vendita di APP del Play Store.

Microsoft invece ora guadagnerà terreno in quanto il servizio LIVE è compatibile in maniera nativa con gli Smartphone Windows 8, con i tablet Windows 8 RT e con TUTTI i PC con Windows 8, che richiedono un account al primo utilizzo.

Quindi Google perde potenziali clienti e nuovi numeri. Microsoft dando un servizio gratuito rilancia il mercato Windows.

Io attiverò i miei nuovi clienti sul servizio LIVE e magari gli venderò uno smartphone Nokia  😉

Tu che ne pensi?

Tratto da:

http://www.labnol.org/internet/google-apps-free/26926/

How to Get the Free Edition of Google Apps

Alternatively, here’s a quick and simple workaround that will still let you sign-up for the free edition of Google Apps even though Google has officially retired the free edition – all you need is a free Gmail or Google account.

  1. Go to appengine.google.com, sign-in with your Google Account and create a new Application. You may fill in any dummy date and click the “Create Application” button.
  2. Open the “Dashboard” and on the next screen, click the link that says “Application Settings.”
  3. Scroll down a little (refer to the video tutorial) and choose “Add Domain” to associate a domain with your App Engine application.
  4. That’s it. Now you should see a special link* to sign-up for the free edition of Google Apps. You may either use your existing domain or buy one through Google Apps.

[*] You have to access this link through App Engine as Google Apps checks the HTTP Referrer information before serving up the sign-up page for the free edition of Google Apps.

Related reading: Register Web Domains with Google Apps