post

Social Author Bio il plugin giusto per ottenere velocemente Google Authorship sul proprio BLOG

Quale è la cosa più bella per un blogger?

Vedere riconosciuti i propri articoli?

Aumentare il numero delle visite del proprio blog?

Far felice il proprio pubblico ed ottenere un ringraziamento?

Avere una marcia in più rispetto ai siti “aggregatori”?

 

Un po’ tutti questi motivi formano un buon sito internet, ma da qualche tempo a questa parte il riconoscimento più evidente si ha con l’evidenziazione gratuita effettuata da Google nei confronti dei siti web reali, in cui i testi sono veri e scritti da una persona vera, non un copia incolla automatico, non un’aggregazione degli articoli di altri blog.

 

Come si può ottenere questo riconoscimento? Da oggi con WordPress è facile ed è sufficente il plugin Social Author BioSocial Author Bio che può linkare in maniera corretta e precisa i vari articoli ai rispettivi autori.

Cosa chiedere di più? Nulla, perché oltre al profilo Google+ supporta anche Twitter, Facebook, AIM, GTalk, Yahoo, Skype ed è veramente semplice da configurare, basterà installarlo dal pannello di controllo di WordPress o scaricarlo da qui

Una volta installato si configura con un semplice click sul nome dell’autore (dopo aver fatto il login è sempre in alto a destra) e si inseriscono tutti i dati necessari/desiderati.

 

Se tu utilizzi un altro plugin o hai dei problemi nella gestione chiedi pure!

 

Che cosa è Facebook?

www.facebook.com

E’ un sito internet che è stato sviluppato sul modello del Social Networking, cioè sulla base delle “intercomunicazioni sociali”.

In maniera più semplice, forse, può essere inteso anche come una grande bacheca virtuale dove ogni persona è “libera” di scrivere quello che vuole.

La base del modello vincente di Facebook (che ha superato tutti gli altri siti ormai di Social Network ormai minori) è la facilità d’uso dovuta a:

– struttura estremamente basilare e adatta a chi non ha mai usato un sito web di social networking con “suggerimenti” mirati per poter mantenere alto il livello di qualità di “navigazione” dell’utente all’interno della piattaforma;

– modello di pagina uniforme, senza possibilità di personalizzare troppo l’aspetto, al fine di mantenere un coordinamento logico tra i pulsanti di azione e i contenuti, tendente a creare una “specie” di OS sul web;

– semplicità nell’interagire con gli elementi pubblicati da altri amici/colleghi grazie allo strumento (1 click) denominato “MI PIACE” e alla possibilità di lasciare commenti in maniera immediata con un’interfaccia unica;

– semplicità nell’inserimento dei propri contenuti: ora sia i privati, sia le aziende, possono avere un punto di contatto con gli altri grazie a degli strumenti pressoché gratuiti, facili da usare e facili da trovare (e anche da sponsorizzare);

– interconnetività aperta per le altre piattaforme: molti siti web ormai si collegano al database di Facebook per evitare agli utenti la registrazione (one time access for all services);

Si possono quindi dare queste definizioni per questo sito/piattaforma:

  • PIACENTE
  • FACILE
  • INTUITIVO
  • DINAMICO
  • INTERATTIVO

Inoltre in Facebook sono presenti altre funzioni, come per esempio la possibilità di creare il proprio album fotografico, archivio video, la propria raccolta di note, il proprio gruppo di amici (es. FanClub), la propria pagina pubblica (es. aziende), usare una chat dove parlare con chi è in linea, usare MILIONI di applicazioni WEB personalizzate, pronte all’uso, e senza necessità di installazione.

Ovviamente a volte sorge una domanda: ma serve?

Circa 40 anni fa non esisteva neanche l’email (testata per la prima volta nel 1971).

Circa 70 anni fa non era commercializzata la TV (testata per la prima volta nel 1925).

Circa 100 anni fa non esisteva la RADIO (testata per la prima volta nel 1895).

Circa 120 anni fa non esisteva il TELEFONO (testato per la prima volta nel 1871).

Sono tutte cose che ci sono servite, diciamo immensamente, ma il Social Networking sarà davvero ciò che cambierà il nostro modo di vivere la giornata?

Questo nuovo prodotto è gratuito, non ci da alcuna certezza, lo storico delle comunicazioni è ridotto al minimo, dettagli e contenuti posso “sparire” magicamente in seguito a qualsiasi problema o a qualsiasi “revisione” dei dati, facendoci perdere TUTTO.

…MA: ci permette di comunicare con persone mai viste trattandole come amici, ci permette di trovare parenti e vecchie conoscenze ormai lontane, ci suggerisce di adorare oggetti commerciali che, poi, forse compreremo, ci aiuta a diffondere la nostra immagine rendendoci protagonisti, aiuta coloro che ci cercano a trovare il nostro numero di telefono, consente ai ladri che da tempo cercavano la nostra abitazione di venirci a trovare nella settimana in cui saremo al mare, ci permette di salutare una persona che in passato abbiamo odiato, curiosando tra le sue foto e scoprendo chissà quale segreto che a noi non ci aveva mai voluto far scoprire, ci aiuta a vedere la figlia del cugino del ragazzo di nostra sorella: è appena nata, che bella, … domani andrò in ospedale a vedere tutti i neonati.

Negli ultimi tempi facebook si è accorto che la privacy dei suoi utenti era minacciata, ora occorre accettare le “amicizie” per permettere agli altri di vedere le nostre “fotine”, le nostre pubblicità, e le altre cose “tanto ci piacciono”. Quanti di voi ha controllato se le persone che si dichiarano nostre amiche sono tali?

Facebook cerca di colmare il vuoto lasciato dalle caselle email prive di qualsiasi contenuto umano, spacciando per buono ciò che è commerciale.