post

Importare molti contatti VCF su Gmail – Thunderbird – Android o altra rubrica

Spesso capita che i programmi (come Nokia Ovi Suite) esportino i contatti della propria rubrica su “File Singoli”, ad esempio se si hanno 500 contatti salvati sul proprio telefono verranno creati rispettivamente 500 file. Questo è alquanto scomodo per importarli in altri sistemi dove i contatti possono essere importati con 1 file per volta, vi immaginate di dover importare a mano 500 contatti? Un’enorme perdita di tempo.

rubrica email sito web contatti_telefonoSi possono però unire facilmente, nel senso che si può generare un file vCard unico dai 500 contatti.

Su Windows (anche Windows 8) basta andare nella schermata DOS e digitare un semplice comando:

– Aprire il dos premendo il tasto WINDOWS + la lettera R

– scrivere CMD

– posizionarsi nella directory dove si trovano i file VCF ad esempio se si trovano in c:\users\PC\Desktop\contatti dovremo scrivere

cd c:\users\PC\Desktop\contatti

– lanciare il comando per unire i file

copy /b *.vcf rubrica.vcf

Questa operazione ci creerà un file unico con nome: “rubrica.vcf” che sarà possibile importare in qualsiasi applicazione correlata.

Se invece avete un MAC il comando da lanciare (sempre da terminale) è:

fmt -sp *.vcf > rubrica.vcf

(Compatibile anche con Mozilla Thunderbird – Google Mail – Android SmartPhone)

 

Scopri come importare i contatti in GMAIL sul sito topcontributor.it (la community di supporto Google)

post

sbloccare un telefono android (samsung, htc, acer) con un wipe completo e schermo bloccato (pattern lock)

Vi è capitato di dover aiutare qualcuno che aveva perso il proprio codice di sblocco dello schermo su un telefono android? Oppure vi è servito di formattare completamente un telefono senza avere fisicamente accesso al menu’ interno? Oppure avete trovato un telefono con il blocco all’accensione…

Sempre con il buonsenso questa è una miniguida per avere un accesso rapido alla rimozione di impostazioni personali.

Prima di tutto scarica questo pacchetto: adb(android debug bridge) che permette di far comunicare il nostro PC, via linea di comando, con il telefono.

Poi copia i due file in c:\windows\system32

Accendi il telefono e assicura che venga riconosciuto correttamente (verifica che i drivers del telefono siano correttamente installati)

Apri il prompt del dos (tasto di Windows + R e poi esegui cmd) e digita “adb reboot recovery”

Il telefono si riavvierà automaticamente in modalità di recovery

Seleziona
WIPE DATA FACTORY RESET
poi
WIPE CACHE PARTITION
infine
REBOOT SYSTEM NOW

Fatto!

Scarica adb.zip

In alternativa, un metodo più semplice, è accendere il telefono tenendo premuti contemporaneamente i tasti:

VOLUME +, CENTRALE, ACCENSIONE

Questa procedura è stata testata su Galaxy Next Turbo.

ATTENZIONE, tutte le operazioni NON STANDARD (quindi upgrade manuali, downgrade manuali, modifiche del firmware e del filesystem) di un apparecchio possono portare al completo NON utilizzo dell’apparecchio stesso e/o a conseguenza imprevedibili. Se ne consiglia l’uso solo in caso di particolare necessità e con la consapevolezza dei problemi che possono nascere in alcune situazioni. Il presente articolo è solo a scopo educativo e se ne SCONSIGLIA l’uso.