Google ha creato la prima automobile auto-guidata e ha percorso 225.000 KM

Google, appassionato di tecnologia e innovazione, ha già creato il primo navigatore “commerciale” (nel senso alla portata di tutti) che integra la tecnologia STREETVIEW (ciò la possibilità di vedere FOTO REALI del posto durante la navigazione). Ora ha annunciato che dai suoi laboratori, da sempre impegnati nel creare strumenti innovativi che possano aiutare tutti, è uscita una autovettura che non ha bisogno di pilota.

Per poter osservare il mondo circostante, calcolare la traiettoria delle curve, uscire da svincoli autostradali ed eliminare potenzialmente molti incidenti dovuti a distrazione umana, il mezzo è dotato di videocamere, sensori radar e un “laser range finder”.

Secondo Google questa nuova tecnologia può prevenire molti incidenti autostradali e, basandosi su un nuovo stile di vita, si potrebbero avere:

  • meno problemi di traffico
  • del tempo a disposizione per il proprio lavoro o tempo libero (utilizzando il tempo che normalmente si dedica alla guida come tempo per fare telefonate in sicurezza, rispondere alle email, leggere le ultime notizie o rilassarsi)
  • un risparmio di carburante e quindi minori emissioni di CO2
  • una rivoluzione dei mezzi di trasporto, con dei mezzi “comuni/trasporti pubblici” differenti

Per maggiori informazioni guardate pure l’articolo originale di Google (in inglese):

Official Google Blog: What we’re driving at

Una lavatrice piccola, che consuma poco ed economica: CI AVETE MAI PENSATO?

Noi ci preoccupiamo tutti i giorni di problemi quali RISPARMIO ENERGETICO, RISPARMIO IDRICO, OTTIMIZZAZIONE DI TUTTO…

Ma avete mai pensato alle cose che usiamo “obbligatoriamente” tutti i giorni, avete mai pensato che potrebbe essere più economico cambiare l’apparecchio per ottenere un vantaggio a lungo termine?

Oggi prendo in oggetto la lavatrice, non perché è la cosa più importante, o per far pubblicità ad un prodotto, ma semplicmente perché mi sono imbattuto nel doverne acquistare una… e la scelta, oggi come oggi, è vermente difficile!

Passiamo da lavatrici da circa 270 euro fino a elettrodomestici extra lusso che sfiorano i 2000 euro!

Ovviamente tutto dipende dall’utilizzo, da quante persone la utilizzeranno e quali sono quindi le effettive necessità.

Io, ovviamente, sono una persona che ama la tecnologia, in tutto. Apprezzerei anche i frigoriferi che controllano la quantità del latte residuo e accendono una spia quando sta per finire, oppure, la butto là: un contauova digitale con i led che si accendono quando una persona passa vicino al frigo per contare determinate cose (ad esempio le uova). Forse è inutile, ma eviteremmo di aprire il frigo per vedere se manca qualcosa! Dando quindi per scontato questo lato tecnologico vado a vedere le lavatrici. Scarto a priori quelle che sembrano TROPPO FRAGILI, dei pulsanti che a volte si premono e a volte non fanno contatto, beché la lavatrice sia ancora MAI usata, mi fa pensare sul prodotto, e quindi scarto le economiche BOSCH (ah… non si possono fare i nomi? Ma io sono estraneo a qualsiasi ditta… quindi essendo neutrale mi permetterò di menzionare i prodotti che ho visto!).

Apprezzo le innovazioni: quindi do uno sguardo alla LG, che noto, come chiunque si sia affacciato nel mercato dell’elettronica degli ultimi 10 anni e degli elettrodomestici grandi e piccoli degli ultimi 4-5 anni, ha cercato di prendere quasi ogni settore dei prodotti home-consumer (dai monitor e lettori/masterizzatori DVD, ai forni microonde, ai condizionatori e ora alle lavatrici): ottimo prodotto quello LG, il motore DirectDrive mi ispira decisamente, ma mi lasciano perplesso due cose. Il prodotto si presenta abbastanza massiccio (e questo è buono) ma altrettanto ingombrante! Sembra fatto solo per grandi famiglie e quindi non è proprio indicato ad una coppia. Il secondo punto è decismante rivolto al prezzo, decisamente sopra la media. Va inoltre considerato il consumo per ciclo che, essendo una lavatrice grande, rimane abbastanza alto.

Un po’ scoraggiato da questa proporzione (nuova tecnologia -> prezzo alle stelle) mi rammarico. Guardo un po’ in giro e alla fine sto per optare per una CLASSICA INDESIT, molto tradizionale, o una Whirpool, o anche una Hotpoint Ariston… ma nessuna di queste mi affascina. Poi incontro una “piccola” SAMSUNG: 5KG di carico, sotto 1 Kw di energia per ciclo, modello meno profondo rispetto allo standard, maxi oblò, e una bella resistenza in ceramica, probabilmente non eterna ma con una durata teorica della casa pari a circa 3 volte le resistenze normali.
Samsung – WF 8502 NGV
Il prezzo? Beh, poco superiore alla media circa 400 Euro, poi navigando per il web trovo un’ottima offerta da Unieuro!
324,00 Euro per la lavatrice, 369,00 Euro compreso il trasporto!

Metto il banner qui sotto per tutti coloro che incuriositi magari cambieranno lavatrice!



250x250 lavat gif