post

L’aggiornamento non può essere installato perchè non è stato possibile copiare alcuni file … : wp-admin/includes/update-core.php

PRIMO) tieni bene a mente: un’installazione di WordPress NON sicura è una falla alla sicurezza del sistema;

SECONDO) spesso è più semplice effettuare l’installazione via FTP, i parametri di sicurezza dei files vengono assegnati più facilmente ed in automatico, il proprietario del file è l’accesso l’utente dell’accesso FTP ed è tutto pronto (tranne il DB)

TERZO) perché lo vuoi installare così? Per fare una prova originale? Beh…allora continua.

 

Quando in WordPress (installazione su server personale/vps/hosting) ci sono dei problemi di permessi o di parametri sui file, si possono verificare degli errori negli aggiornamenti.

Ultimamente mi è capitato un problema anomalo:

Durante un aggiornamento di routine a WordPress 4.2.2 ho ricevuto il seguente messaggio di errore:

L'aggiornamento non può essere installato perchè non è stato possibile copiare alcuni file. Ciò è solitamente dovuto ad una inconsistenza sui permessi dei file.: wp-admin/includes/update-core.php

Ho provato a cambiare il proprietario del file, ho provato a riavviare il server, ho provato a riassegnare i permessi di scrittura standard… ma niente. Non è andato a buon fine nulla.

Alla fine ho impostato il famoso 777 su tutti i files dell’installazione wordpress e ho risolto.

Qua i comandi per impostare il 777 solo ai file:

find httpdocs/ -type f -exec chmod 777 -R {} \;

e qua i comandi per ripristinare la situazione alla “normalità”.

chmod 750 ./httpdocs/ -R
find httpdocs/ -type d -exec chmod 775 -R {} \;
find httpdocs/ -type f -exec chmod 644 -R {} \;

Per altre info leggi l’articolo INSTALLARE WORDPRESS TRAMITE SSH

Come vedere la grandezza delle sotto cartelle (directory) in linux

Accedendo ad un terminale linux può capitare di trovarsi il disco pieno. Non avendo la possibilità di vedere tramite interfaccia grafica quale sia la directory che occupa tutto lo spazio (o gran parte di esso) occorre individuare manualmente quale è la causa del “FULL DISK”.

Non sono un espertone di linux ma navigando non ho trovato che informazioni su come vedere tutte le sottocartelle o fare un sunto generale della cartella in cui ci si trova, questo comando, invece, permette di analizzare al volo TUTTE le sottodirectory della posizione attuale.

du -h --max-dept=1 .

Lanciando questo comando dalla posizione /home/ (per esempio) ci dice quale utente sta utilizzando la maggior parte del disco e/o quali sono le dimensioni occupate da tutte le cartelle.

Se la situazione è molto complicata e ci sono molte directory, potete analizzare più rapidamente i risultati con il comando seguente, che mette in ordine decrescente i risultati.

du -ks * | sort -nr | cut -f2 | xargs -d '\n' du -sh

A quel punto occorre fare un po’ di spazio e, se trovate una directory piena, la soluzione più veloce è eliminarla da terminale (l’eliminazione provocherà la perdita COMPLETA di tutti i dati in essa contenuti)

rm -r ./emanuele -f

Cancellerà la directory emanuele e tutti i file e cartelle in essa contenuti SENZA richiedere alcuna conferma.

ATTENZIONE, usare con cautela.